FOCUS

Modello internazionale

L'Accordo dell'Aja sul Modello Internazionale è suddiviso in tre accordi internazionali:

  • L'atto di Londra del 1934
  • L'atto dell'Aja del 1960
  • L'atto di Ginevra del 1999

Questa pluralità di accordi pone di volta in volta problemi di corretta definizione della protezione ottenibile.

L'Italia, in quanto tale, ha aderito all'Atto dell'Aja del 1960, mentre l'Italia, in quanto facente parte della Comunità Europea, ha aderito all'atto di Ginevra del 1999.

Gli Stati dell'Atto dell'Aja sono i seguenti: Albania, Belize, Benelux, Benin, Bulgaria, Costa d'Avorio, Croazia, Francia, Gabon, Georgia, Germania, Grecia, Kirghizistan, Italia, Liechtenstein, Macedonia, Marocco, Mali, Moldavia, Monaco, Mongolia, Montenegro, Niger, Rep. Dem. di Corea, Romania, Senegal, Serbia, Slovenia, Suriname, Svizzera, Ucraina ed Ungheria.

Gli Stati dell'atto di Ginevra sono i seguenti: African Intellectual Property Organization (OAPI), Albania, Armenia, Azerbaigian, Bosnia-Herzegovina, Botswana, Brunei Darussalam, Bulgaria, Comunità Europea, Croazia, Danimarca, Egitto, Estonia, Finlandia, Francia, Georgia, Ghana, Giappone, Islanda, Kirghizistan, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Macedonia, Moldavia, Monaco, Mongolia, Montenegro, Namibia, Norvegia, Oman, Polonia, Romania, Ruanda, Sao Tome e Principe, Singapore, Siria, Slovenia, Spagna, Stati Uniti d'America, Svizzera, Tagikistan, Tunisia, Turchia, Ucraina, Ungheria.

Solo persone fisiche o giuridiche aventi la nazionalità, oppure un domicilio oppure una stabile organizzazione industriale o commerciale, in uno degli Stati membri, possono depositare una domanda internazionale. Nell'atto di Ginevra è previsto che una domanda possa venir depositata anche sulla base di una abituale residenza in uno Stato contraente.

Un deposito di Modello Internazionale non deve obbligatoriamente essere preceduto da un corrispondente deposito nello Stato di origine del titolare.

Il vantaggio di scegliere la strada del Modello Internazionale per proteggere i propri modelli è un vantaggio tipicamente economico in quanto permette di comprendere gli Stati di interesse, facenti parte delle specifiche convenzioni, con un'unica procedura.

Entro 6 mesi dalla pubblicazione del Modello Internazionale in base all'Atto dell'Aja (entro 12 mesi, in base all'Atto di Ginevra) le amministrazioni nazionali possono sollevare obiezioni in forza delle loro leggi nazionali; ciò in quanto gli effetti dei Modelli Internazionali nei singoli Stati sono regolamentati dalle specifiche leggi nazionali.

L'attuale durata di un Modello Internazionale è di 5 anni dalla data di deposito, rinnovabile di 5 anni in 5 anni fino al limite temporale previsto dalle specifiche norme nazionali.

IP CODE APPS

EU IP Codes 2.0 è la nuova versione della prima applicazione per consultare tutte le normative europee ed italiane sulla proprietà intellettuale da un'unica app.

PARTNERS

Global IP titles management & business services

Digital brand management & internet services

CONNECT WITH US

Follow us

DESK UFFICIALE TRIVENETO

Camera di Commercio Italo - Brasiliana | Câmara de Comércio Ítalo - Brasileira

Ripartiamo insieme
€300.000 per le PMI: richiedi il tuo voucher